Carcere

Marco Pannella, santo protettore dei detenuti

pannellaMarco Pannella era considerato dai detenuti, dalle loro famiglie una sorta di santo protettore.

La giustizia per cui si è battuto Pannella per tutta la sua vita è una giustizia non inquisitoria, non vendicativa, mite, dolce. Sapeva dialogare con i poliziotti. Non cercava di alimentare conflitti anche quando trascorreva intere nottate in carcere. Ha dedicato la sua vita alle libertà civili e dunque anche ai detenuti imprigionati nelle galere d'Italia. Non aveva timore di essere impopolare. Sapeva che la popolarità era ed è l'esito del circolo vizioso di potere che lega i media alla politica. È stato un combattente dei diritti umani, in nome dei quali ha mostrato coerenza e rigore morale. Quel rigore morale che oggi gli riconosce finanche Papa Francesco. Le loro parole sulla giustizia umana si assomigliano incredibilmente.
Scarica il PDF completo.